Torna alla home page
Download iPhone Download Android

Nasce nella Bat la prima rete dei Borghi più belli di Puglia

“Borghi e Terre d’Ofanto”. E’ il nome della nuova rete che opererà per tutelare il patrimonio storico, artistico, paesaggistico e culturale dei Borghi Antichi di Montegrosso, Montaltino, Loconia e Minervino Murge, promuovendo l’immagine dell’intero territorio regionale ed in particolare della Provincia di Barletta - Andria - Trani.

Stamani in Provincia conferenza stampa di presentazione del Protocollo d’Intesa, già sottoscritto dai comuni di Andria, Barletta, Canosa e Minervino Murge con l’Assessore regionale alla qualità del territorio Angela Barbanente, Fedagri e FederCultura Puglia, e da oggi arricchitosi anche del sostegno dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e della condivisione di Anci Puglia e dei Gal del territorio.

Il progetto prevede anche la realizzazione di un’offerta turistica integrata di beni storici, culturali e ambientali. Gli interventi, in particolare, dovranno essere finalizzati alla conservazione, al recupero, al restauro delle aree e degli immobili pubblici, a infrastrutture atte a migliorare la connettività alla rete internet ed alla rimozione di elementi architettonici e di arredo urbano in contrasto con la peculiarità dei borghi, nonché alla incentivazione di reti intercomunali finalizzate alla valorizzazione dei borghi storici. I programmi dovranno concorrere ad una migliore fruibilità dei beni storici, artistici e sociali esistenti, rivolti alla produzione e promozione dei prodotti tipici, agricoli ed artigianali ed alla tutela e valorizzazione dei mestieri tradizionali.

La rete, inoltre, punterà a sviluppare iniziative per la creazione di nuovi posti di lavoro attraverso l’avvio di nuove attività produttive per valorizzare le risorse naturali, la cultura e le tradizioni.

Il Protocollo, come specificato nella conferenza stampa odierna, resterà aperto alle istituzioni pubbliche, alle associazioni di categoria, ad enti pubblici e privati che, condividendone le finalità e gli obiettivi, intenderanno aderirvi.

«Lo scorso anno abbiamo fatto una Legge per tutelare e valorizzare i Borghi di Puglia; proprio nella Bat nasce la prima rete dei Borghi più belli della Provincia - ha spiegato il Consigliere regionale Ruggiero Mennea -. Il dinamismo dei nostri amministratori, dal Presidente Spina ai Sindaci che hanno aderito all’iniziativa, ha facilitato questo sprint grazie al quale i nostri borghi potranno essere presto candidati a progetti di valorizzazione, diventando sempre più attrattori per i turisti provenienti da tutto il mondo. La Rete dei Borghi si incastona perfettamente nello straordinario mosaico che è la Puglia. A dare maggior forza al Protocollo, oggi, la sottoscrizione dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari, che conferirà ulteriore impulso al progetto: nel nuovo Psr 2014-2020 ci sono infatti misure dedicate allo sviluppo ed al recupero della ruralità, dalle quali intendiamo attingere».

«In soli dieci giorni abbiamo ottenuto 3milioni e 400mila euro di finanziamento dal Credito Sportivo per ammodernare le palestre delle nostre scuole, beneficiando di un terzo delle risorse messe a disposizione di tutta la Puglia - ha ricordato il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani Francesco Spina -. Oggi siamo il primo territorio a costituire questa Rete dei Borghi, grazie all’eccellente gioco di squadra con la Regione, i Comuni, i Gal e le associazioni di categoria di categoria. Da questa Provincia parte dunque uno straordinario esempio di buona politica al servizio della comunità. Stiamo dimostrando sul campo l’utilità di questi enti, che, se amministrati da politici onesti e competenti, non sono affatto inutili carrozzoni ma volano di sviluppo per il territorio, rispettando appieno quanto previsto dalla Legge Del Rio; quest’ultima, infatti, attribuisce proprio alle Province il ruolo di supporto dei comuni, oltre a funzioni prioritarie quali l’edilizia scolastica. L’iniziativa odierna - ha poi proseguito il Presidente Spina -, per la quale mi congratulo con il Consigliere Mennea, si sposa in perfetta sintonia con la valorizzazione delle inestimabili peculiarità storico-culturali di questo territorio, imprescindibili per creare quelle condizioni di sviluppo e progresso sociale della nostra comunità».

L’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, ha aggiunto «Alla Bit di Milano è stata annunciato il dato sulla crescita dell’8,5% di presenze turistiche in Puglia. Oltre la metà di queste presenze riviene proprio dal turismo rurale ed enogastronomico, con una domanda in costante crescita ed un’offerta in costante miglioramento. Voglio sottolineare l’impegno mostrato dal Consigliere Mennea nell’attività legislativa che ha portato all’approvazione, ieri in Consiglio regionale, di tre leggi importanti di cui è stato relatore: quella sulla Pescaturismo e Ittiturismo, una sulla raccolta e la commercializzazione del tartufo e la modifica della legge sui boschi didattici; leggi che trovano risorse all’interno del Psr 2014-2020. Anche per questo abbiamo voluto inserire nel prossimo programma di sviluppo rurale, con le nuove risorse comunitarie, percorsi che facilitino lo sviluppo di una parte di territorio che va sempre più  valorizzata ed infrastrutturata. Questa Rete dei Borghi è sicuramente un importante passo in avanti, del quale bisogna dare atto all’azione propulsiva del Consigliere Mennea e delle istituzioni del territorio della Provincia di Barletta - Andria - Trani».

Gianvito Matarrese, Vicepresidente vicario di Anci Puglia, ha concluso ricordando come anche l’Anci Puglia abbia voluto «condividere i contenuti e le finalità di questo Protocollo, perché è nostra volontà quella di affiancare tutti gli Amministratori che intendono regalare un futuro migliore al proprio territorio ed alle proprie comunità».